Khedira rinnova con la Juve: i pro e i contro

Khedira rinnova: giusto o sbagliato?

Rinnovo di contratto pesante quello di Sami Khedira: il tedesco, Campione del Mondo 2014, ha deciso di rimanere legato alla Juventus fino al 2021.
Vediamo quali potrebbero essere i pro e i contro dell’affare.

 

khedira rinnovo esultanza
Sami Khedira esulta con Paulo Dybala dopo il primo gol stagionale al Chievo Verona

 

Pro – La scadenza del contratto

L’ex Real Madrid era in scadenza: giugno 2019.
La Juventus in questo modo “blinda” il centrocampista, che non se ne andrà a parametro zero al termine della stagione sportiva in corso.
Khedira era arrivato dai blancos proprio in questo modo, con i bianconeri che non hanno mai sborsato neanche un euro per il suo cartellino.

Il bilancio e i costi di ammortamento ringraziano sentitamente.

Pro – L’affinità tattica

Devo ammetterlo: vederlo giocare non è sempre entusiasmante. Anzi.
Purtroppo il mediano di Stoccarda è uno di quei giocatori che lavorano tanto, lavorano bene e lavorano nell’ombra.
Dopo 110 partite ufficiali nei primi tre anni italiani, possiamo affermare che Allegri lo considera un punto cardine delle sue formazioni.

Sotto il profilo di realizzazione inoltre è stato sempre in crescendo: 5 gol il primo e il secondo anno, 9 nell’ultima Serie A disputata.
Quest’anno contro il Chievo, alla prima stagionale, l’ha sbloccata lui dopo appena due minuti di gioco.

Insomma, non sarà bello da vedere ma è sicuramente efficace.

Altro punto a favore del suo rinnovo è il 433: ad oggi il mister sembra essere orientato verso uno schieramento fisico con tre uomini a centrocampo.
Sarò banale, ma credo che con questo sistema di gioco avere un Khedira in più sia sicuramente meglio che avere un Khedira in meno.

Iscriviti al mio blog!

Inserisci la tua e-mail per rimanere sempre aggiornato su tutti i nuovi articoli.

Unisciti a 32 altri iscritti

Pro – Il carisma internazionale

161 presenze con il Real e 77 con la Germania non si fanno per caso.
Così come non si vincono da titolare Champions League e Coppa del Mondo senza essere un giocatore di assoluto livello.

La Juve durante l’ultima campagna acquisti ha cercato di “svecchiare” la rosa: Buffon, Litchsteiner, Asamoah, Howedes, Marchisio e Higuain hanno cercato fortuna altrove, abbassando drasticamente l’età media della squadra.
Si sa, però, che con soltanto i giovani vengono a mancare alcuni automatismi d’esperienza.
Ed ecco quindi che la nuova vecchia guardia bianconera è servita: Mandzukic, Barzagli, Chiellini, Bonucci, Matuidi, Ronaldo e, appunto, Khedira.

Non solo in campo, la sua permanenza sarà importantissima anche a livello di spogliatoio.
Da quando gioca in Serie A, infatti, mai una parola fuori posto.

khedira triste juve
Sami Khedira triste durante una partita con la maglia della Juventus

Contro – Il cambio generazionale

Nell’ultima campagna acquisti spunta, a centrocampo, il nome di Emre Can: duttile calciatore tedesco arrivato dal Liverpool a parametro zero.
Il classe 1994 sembrava essere l’erede naturale del suo connazionale più anziano, ma le prime partite hanno evidenziato una gerarchia (ad oggi) ben definita.
Il rinnovo del contratto dell’esperto numero 6 sembra quasi una bocciatura per Can, utilizzato fin qui con il contagocce e soltanto nei finali di partita.

Senza contare anche la presenza di Bentancur in rosa: altro giovane e promettente profilo che fatica a trovare spazio nella linea mediana juventina.

Il ricambio generazionale sembra essere ancora lontano.

Seguimi:
Instagram Facebook YouTube FantaBoccia

Contro – Un gioco meno europeo

Non lo vedo proprio come un contro, ma lo metto comunque.

Spesso si sente parlare di “bellezza del gioco“, confondendola con l’efficacia.
Certo, l’immaginario collettivo ci mette di fronte a squadre come il Real delle ultime annate, che può schierare Casemiro a protezione di Kroos e Modric.
Altro esempio potrebbe essere il Manchester City di Guardiola, che vanta centrocampisti di assoluta qualità come Gundogan, De Bruyne, David Silva e Bernardo Silva.

In tutto questo è naturale pensare male di Khedira: le sue qualità tecniche sono oggettivamente inferiori a quelle dei suoi colleghi appena citati.
Eppure, per fortuna, il calcio vive anche di equilibri delicati ed invisibili agli occhi dei meno attenti.
Se sei tra questi, ti consiglio vivamente un bel paio di occhiali:

Ecco quindi spiegata l’indiscussa titolarità di Khedira ed il suo sensato rinnovo di contratto.

Contro – Classifica sballata

Come vedete sto facendo molta fatica a trovare negatività sul rinnovo del tedesco, quindi devo lavorare di fantasia.
Ho cercato, invano, la cifra concordata durante questo prolungamento di contratto.
Le ultime indiscrezioni ufficiali parlavano di 4 milioni di euro l’anno: uno stipendio di tutto rispetto che potrebbe essere addirittura aumentato.
In quel caso la mia classifica dei 10 giocatori più pagati della Serie A potrebbe essere diventata errata.

Conclusioni

Lo avrete già capito da voi, ma è sempre meglio specificarlo: sono favorevole al rinnovo di Sami.
Ogni allenatore deve avere dei punti fermi ai quali aggrapparsi in caso di necessità e l’ex Stoccarda è sicuramente uno di quelli.
Se poi il suo rendimento in campo è pure di livello, allora tanto meglio.

Certo, a tanti non piace il suo gioco e, addirittura, affermano di “giocare un uomo in meno” ma lo fanno senza avere indicazioni precise di quello che l’allenatore chiede al suo calciatore.
Una certezza c’è sicuramente: se il mediano continua a giocare è perché svolge alla perfezione i compiti che gli sono stati affidati.

 

Luca Toselli Administrator
Luca Toselli, nato a Mirandola il 25 luglio 1992. Laureato in Informatica, calciatore amatoriale, juventino viscerale. Adoro internet e i social network: il modo migliore per urlare a gran voce i miei pensieri sportivi. Dal 2014 gestore di un canale YouTube da oltre 130.000 iscrizioni.
follow me
Precedente Dybala giocherà titolare nella Juventus di Cristiano Ronaldo? Successivo Costa sputa, Ronaldo segna

Leave a Reply

6 risposte a “Khedira rinnova con la Juve: i pro e i contro”

  1. […] Sami Khedira prima sbaglia un gol facile facile davanti a Neto, quasi un rigore in movimento, poi viene sostituito a causa infortunio. Un giocatore importante per la rosa juventina, che trova però il naturale sostituto in Emre Can: autore di un’ottima prestazione. Mi auguro che il Campione del Mondo possa tornare presto in forze ma, nel frattempo, sono curioso di conoscere al meglio l’ex Liverpool. […]

  2. Ho scoperto l’articolo tramite Instagram e finalmente ho letto un articolo che articola i pro e contro senza gridare allo scandalo come stanno facendo praticamente tutti. Quindi complimenti.

    Partendo con le seguenti premesse:
    1) Non ho il dono della sintesi, quindi il commento sarà tutt’altro che breve.
    2) Sono favorevole a questo rinnovo, anche se non è più un ragazzino, visto che ad aprile le candeline saranno 32, le stesse che soffierà Matuidi cinque giorni dopo, visto che gli danno del “vecchio”. Entrambi nati nell’aprile 1987, il tedesco il 4, il francese il 9. Non è una questione di età, è una questione anche di struttura fisica e di caratteristiche.
    3) Non sono un’estimatrice di Allegri, anzi. Penso che tutto questo odio nei confronti di Sami sia alimentato anche dalla una eccessiva “esaltazione” da parte di Allegri, ma non solo nei suoi confronti. Deve capire che non è più un ragazzino e che ha una struttura fisica che non gli fa entrare subito in forma e quando viene spremuto troppo si vede, per non parlare degli infortuni più o meno gravi che ha avuto in passato – e non parlo soltanto del crociato.
    4) Non mi soffermerò su fatti personali e vita privata, perché magari è una cosa che interessa più noi ragazze… Non è un dongiovanni, al contrario della credenza popolare, dico solo questo.

    Siamo arrivati anche a un punto dove il fatto che sia diventato meno vulnerabile ad infortuni (un lavoro meticoloso dello staff della Juve e dello stesso Sami) è un problema. Che è colpa sua se Marchisio se ne sia dovuto andare, che è colpa sua se Dybala non gioca, che andava venduto al primo offerente, che è colpa sua se i dinosauri si sono estinti. Non sarà efficiente, ma è efficace. E sul discorso ingaggio, beh… Pensavate che avrebbe rinnovato alle stesse cifre? Non so… qualcuno mi illumini.

    Forse sarò io ad essere una fan molto informata. Forse so troppe cose che altri semplicemente non sanno o fanno finta di non sapere. In realtà lo conoscevo ancora prima del suo approdo alla Juventus. Solo dopo il suo arrivo però ho scoperto altri retroscena. Anche in lingua tedesca. Che fortunatamente ho studiato alle superiori e mi aiuta a tradurre gli articoli e a capire cosa dice in tedesco nei video. Anche se lui l’italiano lo parla e lo capisce benissimo In un’intervista a gennaio ha spiegato perché non si sente ancora sicuro nel rilasciare un’intervista completamente in italiano, ma se si guarda l’intervista a JTV, quella del rinnovo si vede benissimo lui che risponde alle domande di Zambruno in italiano e lui risponde in inglese senza un interprete.
    Poi l’ultima volta che l’ho incontrato con una mia amica ci ha augurato una “Buona giornata”. Sì, in italiano…

  3. Giocatori come Khedira, Bonaventura, Mandzukic, De Rossi vengono messi sempre in secondo piano dai tifosi all’inizio della stagione. Poi, inizia la stagione e sono sempre titolarissimi. Giocatori come Sami sono fondamentali.

Rispondi