Ronaldo senza il gol: quando arriverà?

Ronaldo Juve Lazio 2-0 senza il suo gol: quando arriverà?

Prima partita in casa per il fenomeno portoghese, che ancora non riesce a trovare la rete bianconera.
La Juventus batte 2 a 0 la Lazio con le reti di Pjanic e Mandzukic.

ronaldo deluso
Cristiano Ronaldo deluso per non essere riuscito a segnare contro Chievo Verona e Lazio alle prime due partite in Serie A

   Se ti piace, sostieni il mio lavoro con una donazione. 🙂 

Precisazioni

Mi sembra anche superfluo dirlo, ma ovviamente il titolo è puramente ironico.
Si scherza sul fatto che Cristiano non abbia ancora effettivamente messo a referto il suo nome sul tabellino dei marcatori, ma sicuramente non c’è motivo di preoccuparsi a riguardo.

Visualizza questo post su Instagram

È crisi #Ronaldo.

Un post condiviso da JuPorn (@jup1897) in data:

Come evidenziato anche in questo post Instagram di JuPorn, possiamo osservare quanto in realtà il portoghese sia già abbastanza calato nei meccanismi della squadra.
Ovvio, come già detto in precedenza, per vedere la prima e vera Juventus sarà obbligatorio attendere, così come dovremo aspettare ancora per vedere la prima rete del fenomeno con il numero 7.
Eppure in questi primi 180′ minuti di Serie A 2018/19, possiamo osservare già le prime cose interessanti.

I moduli: Chievo

Contro il Chievo, schierato con un 433 (che poi, in realtà, era un 451) siamo partiti con una formazione molto offensiva.
Il solito 4231 (442, 424, chiamatelo come volete) che da un paio di stagioni a questa parte sembra l’abito più adatto in assoluto per la rosa a nostra disposizione.
Era comunque prevedibile: Dybala largo in un tridente diventa quanto meno limitato (discorso diverso per l’albero di Natale visto la scorsa stagione con Costa e Higuain) e quindi occorreva sistemare Paulo il più vicino possibile a Cristiano Ronaldo.
La Juventus non ha subito particolari pericoli (soli due tiri in porta clivensi) ma è comunque riuscita a subire due reti, anche a sorpresa volendo.
In quell’occasione brillarono, su tutti, Alex Sandro e Bernardeschi: non a caso i match winners con assist e gol portati a casa, al pari dei tre, primi ed importantissimi, punti della stagione.
Il tridente invece non fu irresistibile: Douglas, Cuadrado e Ronaldo hanno sicuramente disputato partite migliori, Dybala è stato praticamente invisibile e Bonucci ha steccato la prima prova difensiva.
Luci ed ombre per Cancelo: tanto lavoro offensivo, scarsa attenzione nella fase opposta (come dimostrato in occasione del rigore di Giaccherini).

I moduli: Lazio

juve lazio formazioni ufficiali
Juventus Lazio 2018 2019 formazioni ufficiali, 433
juve lazio formazioni ufficiali
Juventus Lazio 2018 2019 formazioni ufficiali, 352

Contro la Lazio, invece, è stato scelto un ben più prudente e coperto 433: quella che considero la soluzione migliore per gli interpreti a nostra disposizione.
Nell’ultima analisi della partita me n’ero uscito con testuali parole:

Questa Juventus sembra costruita per giocare con il 433, ma la cessione di Marchisio e la presenza in rosa di una mezzapunta come Paulo spingono a trovare soluzioni alternative come il 442 (o 4231) che abbiamo visto contro il Chievo.
In questo momento, probabilmente, la formazione migliore vede un centrocampo a due accompagnato da Dybala tra le linee, Bernardeschi a destra, Ronaldo a sinistra e Mandzukic centrale, con Costa e Cuadrado pronti ad entrare e a cambiare la partita.

Detto, fatto.
Allegri deve aver iniziato a leggere il mio post e seguire le mie dirette Instagram ed ha schierato la mia formazione ideale, con il mio tridente ideale.
Non solo, perché il coraggio l’ha spinto ancora più in la: Dybala infatti si è addirittura accomodato in panchina, dove è rimasto seduto per tutti e 90′ i minuti effettivi di gioco.
Mossa a sorpresa ma che ci regala una chiara ed evidente chiave di lettura: “Dove metto Paulo con questa squadra?”

I risultati tattici

Ovviamente non esiste un “caso Dybala”: Paulo è un giocatore importante e decisivo, assolutamente al centro del progetto.
Allegri in questo momento “sta giocando” con le “pedine” a sua disposizione.
La quadra non è ancora stata trovata, il risultato sarà servire al meglio il Pallone d’Oro per farlo rendere ai livelli alieni ai quali siamo abituati.
Negli anni ho notato una cosa: il giocatore offensivo più forte di Max è quello che a fine anno poi farà più gol di tutti, proprio perché il tecnico ama farlo sentire più a suo agio possibile.
Al Milan era successo con Ibrahimovic e Balotelli, alla Juve con Tevez, Higuain e Dybala.
Sarà così anche con Ronaldo che comunque, come ampiamente visto contro il Chievo, non è assolutamente un centravanti d’area.
Si spiega così la presenza di Mandzukic nell’11 titolare anti-Lazio: Mario a fine partita sarà, a mio modo di vedere, l’M.V.P. della gara.
Prima la sponda, deviata, per il gol di Pjanic che sbloccherà la partita, poi il 2-0 rubato a CR7 che chiuderà definitivamente i conti.

pjanic lazio
Miralem Pjanic segna l’1-0 in Juventus Lazio 2018 2019

Il miglioramento

Questa Juventus è stata sicuramente più solida e bella rispetto a quella dell’esordio: anche in questo caso pochissimi rischi corsi ma qui nessun gol subito da registrare.
Il centrocampo ha filtrato benissimo: Pjanic ha gestito (non sempre, da sottolineare) il pallone a modo suo, Khedira ha provato anche qualche inserimento (palo nel primo tempo che ancora urla vendetta) e Matuidi è stato assolutamente ovunque, recuperando tantissimi palloni importanti.
Chiellini monumentale: ha annullato Immobile come se fosse un ragazzino della primavera.
Bonucci attento, con diversi lanci interessanti a scavalcare il pressing del centrocampo, ottimo Szczęsny: pronto nelle poche occasioni biancocelesti.
Ed i terzini? Anche qui, gioie e dolori.
Cancelo ha fatto un partitone atomico, dimostrando di essere un giocatore di alto livello in fase offensivo.
Il problema vero è stato il disastroso Alex Sandro, che ha mostrato un passo indietro clamoroso rispetto all’esordio.
Credo che non abbia azzeccato nemmeno un passaggio ai compagni: in evidente difficoltà.
Il brasiliano si conferma giocatore estremamente discontinuo, in grado di regalare stagioni da fenomeno seguite da annate estremamente mediocri.
Spinazzola e De Sciglio potrebbero veramente insediare il suo posto da titolare una volta rientrati dai rispettivi infortuni.

Il giocatore in più

Lo dico con estrema tranquillità: Douglas Costa deve stare in panchina.
No, non perché sia impazzito o non mi piaccia, ma perché è l’unico giocatore in grado di regalare il cambio di passo che ammazza la partita.
Se sei sotto o stai pareggiando può risolverla con uno strappo dei suoi, se stai vincendo riesce a tenere la palla lontana dalla tua area e a far ulteriormente stancare gli avversari.
E poi, in questo momento, la Juventus ha un giocatore in più, del quale non può proprio fare a meno.
Lasciamo stare il dualismo offensivo Ronaldo-Mandzukic e dedichiamoci a parlare di Federico Bernardeschi.

bernardeschi 2019
Federico Bernardeschi contro il capitano laziale Lulic

Contro il Chievo entra e la risolve battendo l’angolo che provocherà l’autogol di Bani e segnando il 2-3 finale, contro la Lazio parte titolare e in tandem con Cristiano apparecchia per l’1-0 di Pjanic.
Qualitativo, duttile (esterno di attacco, trequartista, mezz’ala), italiano, giovane e dedito al sacrificio in fase difensiva.
Federico in questi primi 365 giorni bianconeri deve aver imparato parecchie cose da Allegri e Mandzukic: il giocatore è completamente differente rispetto al suo arrivo.
A Max il ragazzo di Carrara piace tantissimo e potrebbe essere la vera e propria rivelazione dell’annata juventina.
Incrocio le dita e spero di non sbagliarmi, perché per questo ragazzo nutro davvero tantissimo affetto.

L’attimo fuggente

ronaldo mandzukic
Tutta la delusione di Ronaldo nel 2-0 di Mandzukic


Cancelo ha provato a far segnare Ronaldo alla sua prima allo Stadium da giocatore della Juve.
Al 75′, dopo un super filtrante del terzino, Strakosha smanaccia il pallone che carambola proprio sui piedi di CR7.
Cristiano viene confuso dalla deviazione e tocca goffamente prima con il destro, poi con il tacco sinistro: la porta è vuota e sguarnita, ma il tap-in tanto atteso non si verifica. La porta era la stessa di quella super rovesciata in Champions League: assurdo.
A rimorchio invece Mandzukic disintegra la porta con una mezza girata aerea: è il gol del 2-0.
Il numero 7 non la prende tanto bene: smorfia di sconforto dopo il gol del compagno che conferma quanta voglia abbia di festeggiare la sua prima marcatura italiana e bianconera.
Portoghese a secco all’Allianz dopo 3 partite e 4 gol con la maglia del Real Madrid: questa è una congiura bella e buona.
Primi 180′ minuti di Serie A senza reti per Cristiano: chi l’avrebbe mai pensato?

Iscriviti al mio blog!

Inserisci la tua e-mail per rimanere sempre aggiornato su tutti i nuovi articoli.

Unisciti a 32 altri iscritti

La prossima

Sabato alle 20:30 si giocherà Parma-Juventus: sono già concentrato su quella data.
Tra l’altro abito ad un paio d’ore dal Tardini, potrei addirittura pensare di andare allo stadio.
Il 433 mi è piaciuto molto e vorrei rivederlo, magari con Dybala al posto di Mario per capire se l’argentino potrà svolgere addirittura il ruolo di prima punta (o falso nueve) in una formazione che sarebbe assolutamente stellare.
La squadra di quest’anno, l’abbiamo già detto, è stata costruita su misura per provare a vincere tutto.
Ci riusciremo? Speriamo di sì.
Per ora non possiamo fare altro che aspettare, osservare e capire l’evoluzione della squadra.
Eppure, grazie a OneFootball, mi sono messo avanti e ho provato ad indovinare il futuro della Juventus: vi lascio il video del loro canale e nel quale compaio proprio io.

CLICCA QUI PER IL VIDEO!

2 Giornata Serie A 2018/19

Juve 2 – Lazio 0 (Irrati)
Punti: +3 (6 tot)

Pagelle

Szczesny 6.5
Cancelo 7
Bonucci 6
Chiellini 6.5
Sandro 5
Pjanic 7
Khedira 6
Matuidi 6.5
Bernardeschi 6.5
Mandzukic 7
Ronaldo 6
Costa 6.5
Bentancur 6
Can s.v.

Seguimi:

Instagram Facebook YouTube FantaBoccia

In collaborazione con JuPorn:

Facebook Gruppo Instagram

Gol: +2 (5 tot)
Pjanic, Mandzukic
Assist: +0 (2 tot)
/

Capocannonieri & Assist-men

1 Khedira, Bernardeschi, Pjanic, Mandzukic
1 Autogol
1 Chiellini, Sandro

Luca Toselli Administrator
Luca Toselli, nato a Mirandola il 25 luglio 1992. Laureato in Informatica, calciatore amatoriale, juventino viscerale. Adoro internet e i social network: il modo migliore per urlare a gran voce i miei pensieri sportivi. Dal 2014 gestore di un canale YouTube da oltre 130.000 iscrizioni.
follow me
Precedente Asta 2019: ho comprato Ronaldo al Fantacalcio Successivo Odio il Fantacalcio [Giornata 1]

Leave a Reply

3 risposte a “Ronaldo senza il gol: quando arriverà?”

Rispondi